TARI, sindaco De Pasquale: "Oltre 1,5 milioni di sconti in due anni ai cittadini"

soldi denaro 1' di lettura 21/06/2021 - Ammontano a un totale di 1.548.750 euro gli “sconti” Tari che il Comune di Carrara ha potuto effettuare ai cittadini tra il 2019 e il 2021: parte di questa cifra, 617mila euro, è stata coperta attingendo al bilancio del municipio, mentre i restanti 931.750 euro sono arrivati dai fondi del governo. Le riduzioni hanno riguardato sia le utenze domestiche sia quelle non domestiche.

«Nei mesi più critici della pandemia, durante i lockdown, un po’ come in tutto il resto del paese anche nella nostra città il tema del pagamento della Tari è stato al centro di un acceso dibattito. Le richieste di sgravi sono arrivate un po’ da tutti i fronti. Nel nostro Comune abbiamo previsto sgravi per oltre 1,5 milioni di euro: per le attività che sono rimaste chiuse più a lungo questo si è tradotto in una riduzione del 50% del dovuto. Lo abbiamo fatto grazie agli stanziamenti del governo ma anche perché siamo riusciti a destinare a questa riduzione 617mila euro dalle casse comunali. Uno sforzo non da poco, in tempo di pandemia» ha dichiarato il vicesindaco con delega al Bilancio Matteo Martinelli.


da Francesco De Pasquale
Sindaco di Carrara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2021 alle 10:35 sul giornale del 22 giugno 2021 - 121 letture

In questo articolo si parla di attualità, soldi, denaro, toscana, carrara, comunicato stampa, Francesco De Pasquale, Sindaco di Carrara, De Pasquale, Comune di Carrara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b7W7





logoEV