Sindaco De Pasquale: "Cultura della legalità primo antidoto di tutte le mafie"

1' di lettura 04/06/2021 - Grazie al dottor Manganaro Daniele, dirigente del Commissariato di Polizia di Stato della nostra città, ho avuto l’onore di conoscere Giuseppe Antoci Antoci, autore dell’omonimo "Protocollo di legalità" recepito dal nuovo Codice Antimafia e applicato in tutta Italia.

Questo strumento ha reso obbligatorie le verifiche antimafia per le concessioni dei terreni che usufruiscono dei fondi europei, una potente arma di prevenzione e contrasto della criminalità organizzata. Proprio dopo la proposta del protocollo, il 18 maggio 2016, Antoci è stato vittima di un attentato mafioso, dal quale è uscito illeso grazie all'auto blindata e all'intervento della scorta, di cui faceva parte il dottor Manganaro.

A pochi giorni dalla commemorazione dei giudici Falcone e Borsellino e dopo le polemiche per la scarcerazione del boss Giovanni Brusca, ritengo che celebrare il lavoro di persone come Antoci, facendo conoscere il “protocollo” e la sua storia, sia il modo migliore per diffondere la cultura della legalità che poi è il primo antidoto per contrastare tutte le mafie.


da Francesco De Pasquale
Sindaco di Carrara







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2021 alle 10:35 sul giornale del 05 giugno 2021 - 121 letture

In questo articolo si parla di attualità, toscana, carrara, comunicato stampa, Francesco De Pasquale, Sindaco di Carrara, De Pasquale, Comune di Carrara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b5Ot





logoEV